L’abbazia di Sant’Antimo (parte prima)


ovvero un gioiello dell’architettura romanica in val di Starcia tra le crete senesi

di Salvina Pizzuoli 

si consiglia di ingrandire le immagini cliccandoci sopra

L'abside e il campanile

Sant’Antimo l’abside, il campanile e il deambulatorio

A Sant’Antimo occorre andarci, non ci si può passare per caso o capitarci: bisogna prima arrivare a Montalcino e poi scendere nella conca che accoglie l’abbazia tra colli verdeggianti che l’autunno colora col giallo oro dei pampini e i rossi delle foglie caduche, dipingendone i declivi. La natura fa da cornice splendida insieme agli olivi centenari, …Continua

Articolo correlato: Sant’Antimo tra leggenda e mistero (seconda parte)

Questa voce è stata pubblicata in Chiese romaniche e castelli, Discover Tuscany, History micro-history of Tuscany, Itinerari e paesaggi di Toscana - itineraries and landscapes of Tuscany, Storia e microstoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...