L’ex-ospedale psichiatrico di Volterra

Fernando Nannetti
Fernando Nannetti

di Giulia Atanasio

A distanza di poche settimane dall’attuazione del decreto che ha stabilito la chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari il 31 marzo 2015 le riflessioni da fare sono molte.

Impossibile rimanere indifferenti riguardo ad una problematica che attanaglia l’Italia da anni. Difficile non ricordare con nostalgia ed anche disillusione la figura importante di Franco Basaglia che tra i primi si differenziò per l’impegno sociale e insieme politico. Era l’Agosto del 1964 quando al primo congresso…

…continua

2 pensieri su “Quello che resta

  1. Ho letto con grande attenzione ed interesse l’articolo di Giulia che mi piaciuto molto e mi ha richiamato alla memoria un altro ex ospedale psichiarico, quello di Arezzo che si trova a pochi minuti dalla stazione ferroviaria, ai piedi della collina del Pionta, in viale Cittadini, uno dei parchi più belli della città. L’anno scorso per andare a trovare mio padre all’ospedale S.Donato di Arezzo, dove è stato ricoverato per molto tempo, attraversavo sempre quel parco che oggi è sede universitaria, ma mantiene la configurazione originaria: il piazzale centrale, nel parco, è delimitato dal grande edificio con l’orologio, al quale si affiancano le altre strutture. Attraversando questo parco di notte non trovava mai anima viva e provavo un grande turbamento, mi sembrava di sentire le voci delle persone che vi erano state ricoverate e quasi percepivo la loro angoscia, e il loro dolore di vivere. Mi sono soffermata spesso nei pressi della cosiddetta Palazzina dell’Orologio dove un monumento in marmo realizzato dagli artisti Paolo Bacci e Matteo Maggio, è dedicato a tutte le vittime delle violenze nei manicomi. L’opera rappresenta una ragazza, seduta accanto a un libro aperto, che lancia il suo sguardo verso una porta spezzata.

    Mi piace

  2. Cara Luisa, sono contenta che l’articolo ti sia piaciuto molto. Devi sapere, o forse lo saprai già, che oltre a quello di Volterra e quello che ricordi, in Italia esistono altri 70 manicomi circa abbandonati a se stessi.
    Gli Opg chiusi recentemente sono invece ancora 6 di cui uno ha sede a Montelupo Fiorentino.
    L’immagine del monumento in marmo che hai richiamato alla mente è molto bella e lancia un messaggio forte che dovrebbe essere chiaro e presente in tutti noi. Purtroppo non è sempre così…
    Ti ringrazio per aver letto e commentato!
    A presto!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...