La casa colonica di collina

Chianti e Valdarno Superiore

Radda in chianti, Le Marrangole
Radda in chianti, Le Marrangole

“Coperto di querce in parte il Chianti, li monti suoi petrosi son ridotti a terrazze, disfatte le rupi colle mine e coi picconi, la terra portata coi corbelli nelle aiuole a spianarle, ivi sono piantate le viti basse, sa dare il miglior vino a Toscana”

Così Leopoldo II nelle Memorie*descriveva questo angolo felice di Toscana e non solo per il buon vino. …Continua

Articolo correlato: Il paesaggio toscano: le case coloniche

Firenze nelle antiche mappe

la galleria di foto sarà aggiornata periodicamente

Cliccare sulla didascalia della foto per aprire la pagina relativa

 

 

Pianta di Firenze romana
Pianta di Firenze romana
Veduta di Firenze attribuita a Francesco Rosselli che ripropone la Pianta della catena attribuita allo stesso Rosselli (Foto originale)
Veduta di Firenze attribuita a Francesco Rosselli che ripropone la Pianta della catena attribuita allo stesso Rosselli (Foto originale)
Firenze in una mappa del 1493
Firenze in una mappa del 1493
Pianta di Firenze nel 1595
Pianta di Firenze nel 1595
Fausto Amidei Firenze a volo d'uccello 1761
Fausto Amidei Firenze a volo d’uccello 1761
Firenze nel 1831
Firenze nel 1831
Progetto Poggi per Firenze Capitale
Progetto Poggi per Firenze Capitale
Firenze in una pianta del 1906
Firenze in una pianta del 1906

 

Clicca qui per visualizzare altre mappe

Vecchia Firenze e dintorni (solo foto d’epoca) Aggiornamento

Il grande successo riscosso da questo articolo fra i nostri lettori ci induce a ripubblicarlo con l’aggiunta di nuove foto e il collegamento a un interessante video che ricostruisce lo sviluppo urbanistico di Firenze dall’epoca romana al Trecento

la galleria di foto sarà aggiornata periodicamente

 

Porta Romana - La stazione del trenino del Chianti (1878)
Porta Romana – La stazione del trenino del Chianti (1878)
Piazza della Libertà con gli omnibus a cavalli
Piazza della Libertà con gli omnibus a cavalli
Palazzo Davanzati
Palazzo Davanzati
Il mercato vecchio, sulla sinistra una casa torre
Il mercato vecchio, sulla sinistra una casa torre
La caserma dei Pompieri
La caserma dei Pompieri
San Domenico - La prima tramvia elettrica (1890) partiva da Piazza San Marco e arrivava a Fiesole
San Domenico – La prima tramvia elettrica (1890) partiva da Piazza San Marco e arrivava a Fiesole
Lungarno dal ponte SantaTrinita al ponte alla Carraia
Lungarno dal ponte SantaTrinita al ponte alla Carraia

Clicca qui per visionare le altre foto

 Continua per visualizzare le altre foto

Articoli correlati: Firenze capitale   Firenze ai tempi del Granduca in una Guida del 1841

Firenze capitale nei pittori del tempo   Firenze nei pittori della prima metà dell’Ottocento

Firenze nei pittori della seconda metà dell’Ottocento   Firenze nelle opere pittoriche degli autori di tutti i tempi (1)

 Firenze nelle opere pittoriche degli autori di tutti i tempi (2)

Firenze nei pittori

la galleria di foto sarà aggiornata periodicamente

Cliccare sulla didascalia della foto per aprire la pagina relativa

Bernardo Bellotto Piazza della Signoria a Firenze 1742 Budapest Museo delle Belle Arti (Foto originale)
Bernardo Bellotto Piazza della Signoria a Firenze 1742 
Giuseppe Zocchi -Arno
Giuseppe Zocchi -Arno e ponte Santa Trinita
Telemaco_Signorini_acquaforte,_Via_de'_Cavalieri,_1874
Telemaco Signorini acquaforte, Via de’ Cavalieri, 1874
Telemaco Signorini, via del Corso (1881)
Telemaco Signorini, via del Corso (1881)
Telemaco Signorini, Ponte Vecchio
Telemaco Signorini, Ponte Vecchio
Giovanni Signorini Firenze I fuochi di San Giovanni dal Ponte alla Carraia, 1843 Palazzo Pitti Galleria d'arte moderna (Foto originale)
Giovanni Signorini Firenze I fuochi di San Giovanni dal Ponte alla Carraia, 1843 Palazzo Pitti Galleria d’arte moderna (Foto originale)
Florence from San Miniato circa 1828 Joseph Mallord William Turner 1775-1851 The British Museum http://www.tate.org.uk/art/work/TW0418
Florence from San Miniato circa 1828 Joseph Mallord William Turner 1775-1851 
W. Turner, Firenze da Fiesole, incisione del 1819 presso il British Museum (Foto originale)
W. Turner, Firenze da Fiesole, incisione del 1819 presso il British Museum 
Fabio Borbottoni, Santa Maria Novella
Fabio Borbottoni, Santa Maria Novella
fabio Borbottoni, Il tiratoio delle Grazie
Fabio Borbottoni, Il tiratoio delle Grazie

 

Cliccare qui per vedere altre foto

 

 

Vecchia Firenze e dintorni (solo foto d’epoca)

la galleria di foto sarà aggiornata periodicamente

Cliccare sulla didascalia della foto per aprire la pagina relativa

Pianta di firenze - Map of Florence 1864
Pianta di firenze – Map of Florence 1864
 Stazione Maria Antonia nella piazza vecchia di Santa Maria Novella; la prima stazione di Firenze, contemporanea della Leopolda ai tempi del Granduca. Fu adibita al traffico passeggeri durante i cinque anni della capitale.
Stazione Maria Antonia nella piazza vecchia di Santa Maria Novella; la prima stazione di Firenze, contemporanea della Leopolda ai tempi del Granduca. Fu adibita al traffico passeggeri durante i cinque anni della capitale.
Stazione Leopolda 1861, vista lato ponte alle Mosse
Stazione Leopolda 1861, vista lato ponte alle Mosse
Palazzo Buondelmonti in una foto d'epoca.
Palazzo Buondelmonti in una foto d’epoca.
Sagginale Ponte detti di Annibale
Sagginale Ponte detti di Annibale
Dalla cartolina dell'album di Firenze vecchia: piazza della Luna
Dalla cartolina dell’album di Firenze vecchia: piazza della Luna
La manifattura di Doccia all'inizio del secolo scorso
La manifattura di Doccia all’inizio del secolo scorso
Gli organizzatori della prima corsa ciclistica su strada
Gli organizzatori della prima corsa ciclistica su strada, Firenze 1871

 Continua per visualizzare le altre foto

Articoli correlati: Firenze capitale   Firenze ai tempi del Granduca in una Guida del 1841

Firenze capitale nei pittori del tempo   Firenze nei pittori della prima metà dell’Ottocento

Firenze nei pittori della seconda metà dell’Ottocento   Firenze nelle opere pittoriche degli autori di tutti i tempi (1)

 Firenze nelle opere pittoriche degli autori di tutti i tempi (2)

 

Finestre e portoni di palazzi fiorentini

 

la galleria di foto sarà aggiornata periodicamente

Cliccare sulla didascalia della foto per aprire la pagina relativa

Palazzo Medici Riccardi finestra inginocchiata particolare
Palazzo Medici Riccardi finestra inginocchiata particolare
Palazzo Bartolini Salimbeni, particolare
Palazzo Bartolini Salimbeni, particolare
L'ingresso, particolare
Villa Sammezzano – L’ingresso, particolare
Firenze antica cantina Salimbeni
Firenze antica cantina Salimbeni
Firenze, Casino mediceo di San Marco, particolare, la finestra
Firenze, Casino mediceo di San Marco, particolare, la finestra

 

Firenze palazzo Nonfinito
Firenze palazzo Nonfinito
Portonecasinosanmarco
Portone del Casino San Marco

 

 

 

 

Clicca qui per altre foto

Chiassi chiassuoli e vicoli a Firenze (terza parte)

Concludiamo la breve rassegna sui vicoli di Firenze proponendone ancora due: il Vicolo del Giglio e il Vicolo del Porco.

Vicolo del Giglio da via delle Oche
Vicolo del Giglio da via delle Oche

Il primo è chiuso da tre cancelli, il secondo è scomparso dopo le ricostruzioni per Firenze capitale.

Il Vicolo del Giglio che è lungo circa 100 metri, ha due possibili accessi perché dopo lo slargo nella piazza omonima si dirama da una parte verso piazza Santa Elisabetta e dall’altra verso via delle Oche: si raggiunge la piazza passando sotto la volta della Pagliazza.

…Continua

Articoli correlati:

Chiassi chiassuoli e vicoli di Firenze (prima parte)

Chiassi chiassuoli e vicoli di Firenze (seconda parte)

Microstoria in cucina: osterie, strade, antichi mangiari a Firenze nel XV secolo – Prima parte

Microstoria in cucina: rosticcerie, venditori ambulanti e caffè a Firenze nel XVIII secolo

Lamberto Salucco, Strade scomparse di Firenze, EDIDA, 2013

Chiassi chiassuoli e vicoli di Firenze (seconda parte)

Il vicolo del Panico è tra quelli chiusi, perché delimitati da un cancello. Si tratta di un vicolo senza sfondo al quale si accede da via Pellicceria.

Vicolo del Panico, tabernacolo.
Vicolo del Panico, tabernacolo.

Il nome attuale risale all’Ottocento ma ebbe vari nomi prevalentemente presi in “prestito” da altre vie, un uso comune anche per strade di maggiore importanza.

In ordine di tempo si chiamò: Vicolo di Capaccio, Vicolo dei Davanzati e quindi Vicolo del Panico.

Il termine Capaccio, toponimo ancora oggi di una strada nei pressi, era dovuto, come scrisse il Villani, al caput aquae ovvero al serbatoio che raccoglieva l’acqua dell’acquedotto romano che approvvigionava la città dal Monte Morello e che il volgare aveva trasformato stravolgendone l’etimo. …Continua

Chiassi chiassuoli e vicoli di Firenze (prima parte)

Chiaso Altoviti particolare
Chiasso Altoviti particolare

Chiasso, se cercato nel dizionario degli Accademici della Crusca, indica un viuzza stretta, dal latino viculus, angiportus; chiassuolo e chiassolino ne sono i diminutivi. Seguono gli esempi e le diverse accezioni relative agli usi del termine tra cui bordello o nell’espressione “andar per chiasso”, recarsi nelle case delle meretrici cui si aggiungono altri utilizzi quali burla e rumore. …Continua

Corinto Corinti: via Calimala, la via dei pannilani

Corinto Corinti, via Calimala
Corinto Corinti, via Calimala

Nel Trecento la strada o ruga era il cuore pulsante della vita cittadina: era lì che le lavorazioni artigiane si svolgevano e le botteghe con le “madielle”, gli scaffali a muro chiusi da sportelli, vi si affacciavano. Se la vita ferveva di giorno, la notte era dominata dall’oscurità completa:  …Continua Corinto Corinti via Calimana