Archeologia industriale dell’estrazione e lavorazione del marmo di Carrara

Grandi macchine per l’estrazione e il trasporto dei blocchi

Sitema di puleggie e argani per trasportare i blocchi di marmo dalla sede di estrazione a quella di carico

Carro ferroviario e carrello per il trasporto dei blocchi

La sgrossatura del marmo, in primo piano il filo elicoidale per il taglio delle lastre

Trapano a colonna (1905) azionato da motore elettrico

Utensili per innescare l’esplosione delle mine e corno che veniva suonato per segnalare l’imminente esplosione

Strumenti di lavoro del “magnan”, il fabbro sempre presente nelle cave per le riparazioni

Il trasporto per mare dei blocchi dal porto di Marina di Carrara (ieri e oggi)

Articoli correlati:

Carrara: il Museo civico del Marmo