del prof. Giovanni Caselli

L’abito dei pellegrini

Premetto che non esistono vie di alcun santo o pellegrino o di altro personaggio, se non itinerari d’epoca trasmessici da documenti storici intesi come guide per futuri viaggiatori. È quindi assurdo parlare di Via di questo o quest’altro in mancanza di tali documenti. Esistono invece vie definibili come “storiche” o addirittura “monumenti storici” in quanto manufatti che l’archeologo riconosce come antichi o come tali documentati nella memoria storica. Come ad esempio le strade consolari romane. Le vie medievali mantenute da serie di pievi lungo il loro percorso, oppure le vie postali istituite in Italia verso il XVIII secolo, come ad esempio le vie esistenti nel catasto preunitario toscano. Tutte da considerarsi “monumenti storici” o “strutture storiche”, in quanto manufatti d’epoca che disegnano il territorio.

Gli itinerari quali sono le vie Francigena o la Via Romea, sono composti di varie vie. I viaggiatori di qualsiasi epoca che si spostavano, per i motivi più vari, da un luogo all’altro, o da una nazione all’altra, si servivano delle strade disponibili, che giudicavano più adatte per vari motivi. I motivi possono andare dalla brevità alla comodità dell’esistenza di strutture di accoglienza, alla stagionalità, alla pericolosità di un percorso rispetto a un altro. … continua a leggere    L’euforia delle strade antiche e del pellegrinaggio moderno: un po’ di chiarezza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.