Castel di Pietra nella Maremma grossetana


Siamo nei pressi di Gavorrano, lungo la valle del fiume Bruna che in tempi lontani sfociava in quel lago salmastro detto Prile dai Romani, conosciuto poi come il Lago di Castiglione.

Castel di Pietra lega il suo nome alla leggenda della Pia, quella Pia de’ Tolomei che Dante immortalò nei versi della sua Commedia. In realtà ha rivestito un ruolo chiave nell’economia medievale del territorio della valle del Bruna, controllando, come è avvenuto per altri castelli nella vicina Val d’Ombrone, i giacimenti minerari delle colline limitrofe da cui si estraevano piombo e argento ma anche ferro. A questo controllo si affiancava quello lungo la via del sale.    … continua a leggere    Castel di Pietra nella Maremma grossetana

I top ten del mese di settembre


tuttatoscana

I dieci articoli più letti nel mese di settembre 2019

Dolci tipici toscani, la loro storia e le loro ricette
Passo del Giogo di Scarperia: Rievocazione storica della battaglia del settembre 1944
Galleria foto Roccastrada nella Maremma grossetana
Firenze in antiche mappe
Linea Gotica in Toscana: la battaglia del Giogo (settembre 1944)
galleria immagini di Toscana
Il castello di Montorsaio nella Maremma grossetana
La torta co’ bischeri
L’antica Etruria rappresentata nella Tavola Peutingeriana
Il cimitero di nonna Lucia a Bolgheri

I top ten di agosto 2019


tuttatoscana

I 10 articoli più letti nel mese di agosto 2019

 

 

 

 

Dolci tipici toscani, la loro storia e le loro ricette
Melù, Potassolo, Ficamaschia
La battaglia di Alalìa fra Etruschi, Greci e Cartaginesi
Il castello di Montorsaio nella Maremma grossetana
Galleria foto di Montorsaio nella Maremma grossetana
Il cimitero di nonna Lucia a Bolgheri
Piatti tipici toscani, la loro storia e le loro ricette
Firenze in antiche mappe
Casentino, una valle etrusca?
Microstoria in cucina: la nepitella

La battaglia di Alalìa fra Etruschi, Greci e Cartaginesi


Clicca sull’immagine per ingrandirla

Alalìa (oggi Aleria) fu un’antica colonia sulla costa tirrenica della Corsica fondata dai coloni greci Focesi nel VI secolo a.C. in fuga dall’Asia Minore, cacciati da Arpago su ordine di Ciro, come racconta Erodoto:

Costui, nominato da Ciro comandante dell’esercito, quando arrivò nella Ionia, cominciò a espugnare le città servendosi di terrapieni: ogni volta, infatti, costringeva i nemici dentro le loro mura, faceva ammassare enormi quantitativi di terra contro gli spalti e poi li assaltava.

… La prima città della Ionia di cui si impadronì fu Focea. Questi Focei furono i primi Greci a compiere lunghe navigazioni: furono loro a scoprire l’Adriatico, la Tirrenia, l’Iberia e la regione di Tartesso: non navigavano con grandi navi da carico ma con delle penteconteri.

… continua a leggere  La battaglia di Alalia fra Etruschi, Greci e Cartaginesi

Itinerario lungo la via Aurelia nell’Etruria romana


Tracciato Aurelia da Roma a Vada Sabatia

Il tratto toscano della via Aurelia

La via Aurelia ed Aemilia Scauri: la Tirrenia di Strabone

La via Aurelia ed Aemilia Scauri: da Ostia a Centumcellae

La via Aurelia ed Aemilia Scauri: da Centumcellae a Salebro

La via Aurelia ed Aemilia Scauri: da Salebro a Portus Pisanus

La via Aurelia ed Aemilia Scauri: da Portus Pisanus a Luni fino a Vada Sabatia

Ultra limites


In questa sezione “Ultra limites” sono presenti gli articoli che sconfinano dall’attuale linea di demarcazione delle terre di Toscana. Ma la storia cambia e allora, per chi come noi si occupa di storia di un territorio, non c’è un limes assoluto. Ci piace allora la scelta del termine legata all’accezione originaria che i nostri antichi predecessori gli attribuivano: sentiero, strada che attraversava un campo, nel nostro caso terre territori e popolazioni che si incontrano lungo una strada al di là dei confini.

Luni tra storia e leggende

Luni, nell’antica Etruria

I mosaici romani di Luni

In giro per il Parco naturalistico-archeologico di Vulci

Galleria immagini: l’area archeologica di Vulci

Galleria immagini: i vasi di Vulci

I segreti della Massa Trabaria

La via Aurelia ed Aemilia Scauri: da Ostia a Centumcellae

La via Cassia Antica: da Roma a Sutri

La via Cassia Antica: da Sutri a Bolsena

La via Clodia: da Roma a Veio

I top ten di luglio 2019


tuttatoscana

I 10 articoli più letti nel mese di luglio 2019

Dolci tipici toscani, la loro storia e le loro ricette
Piatti tipici toscani, la loro storia e le loro ricette
Linea Gotica in Toscana: la battaglia del Giogo (settembre 1944)
Il cimitero di nonna Lucia a Bolgheri
Pisa e l’Arno: storia e geografia di un antico sistema portuale
Firenze in antiche mappe
Microstoria in cucina: la nepitella
Antichi itinerari fra Bologna e Firenze
Lo sviluppo urbanistico di Firenze in sette mappe
I castelli di Casenovole e Monte Antico lungo la “Leopoldina”

Vetulonia e la grande geopolitica del Mediterraneo


Imperdibile la Mostra Evento di quest’anno al Museo Archeologico di Vetulonia, per volontà del comune di Castiglione della Pescaia, sulla battaglia di Alalìa, l’odierna Aleria, avvenuta intorno al 540-535 a.C. tra una coalizione etrusco-punica ed i greci focesi che si erano stanziati su questo pezzo di costa orientale della Corsica.
Il catalogo poi, curato da Simona Rafanelli e da Alessandro Bartoletti per le ARA Edizioni, è una miniera di informazioni e di ricerche sulla civiltà e le relazioni fra i popoli e gli equilibri geopolitici nel Mediterraneo Occidentale.
Riportiamo qui volentieri il contributo al catalogo di Gianni Bonini, analista geopolitico ma soprattutto amico di lunga data.

 

Nel convegno di questa primavera alla sala Koch del Senato della Repubblica, promosso dalla rivista e dall’omonimo think tank, come si usa dire oggi, il “Nodo di Gordio”, ho colto l’occasione per segnalare nel mio intervento, con un flash, questa mostra dal doppio taglio obbligatorio, storico ed archeologico, che poi sono le due facce interdipendenti dello stesso lavoro.  …  continua a leggere  Vetulonia e la grande geopolitica del Mediterraneo

Vetulonia, la storia e il Museo civico archeologico


di Salvina Pizzuoli

La storia di questo piccolo borgo murato ha dell’incredibile. È legata alle convinzioni e alla tenacia appassionata di uno studioso ottocentesco, Isidoro Falchi che, grazie alle sue incrollabili certezze, permise a questo agglomerato urbano, posto su un colle a pochi chilometri da Grosseto e da Castiglione della Pescaia, di riappropriarsi del suo nome e del suo passato.

Dal 1204 il nome Vetulonia scompare dai documenti, sostituito da quello di Colonnata e solo nel 1887, come attesta una targa marmorea che riporta l’atto con cui Umberto I restituiva a Colonnata detta poi Colonna di Buriano il suo antico toponimo, se ne riappropria.    …  continua a leggere    Vetulonia, la storia e il Museo civico archeologico