Veduta della valle e del Castello di Tignano da Barberino Val d'Elsa
Veduta della valle e del Castello di Tignano da Barberino Val d’Elsa

 “Esiste cotesta contrada sopra una collina tufacea alla cui base orientale scorrono le prime fonti del torrente Drove” ( da Repetti Dizionario geografico fisico storico della Toscana, Volume 5)

si consiglia di cliccare sulle immagini per ingrandirle

 

Spicca con la sua forma rotonda sul cucuzzolo di faccia a Barberino tra l’ondeggiare dei declivi e il verde tenero degli ulivi sulla Val d’Elsa e quella del Drove.

La torre del cassero con il campanile a vela e la campana.
La torre del cassero con il campanile a vela e la campana.
La Porta Fiorentina e i resto del torrione
La Porta Fiorentina e i resti del torrione

È un borgo murato che conserva al proprio interno intatto il fascino del tempo trascorso con le facciate delle sue costruzioni che ripropongono la struttura circolare dell’antica cinta cui si appoggiano. Accoglie il visitatore con la sua elegante porta fiorentina e la rossa strada lastricata a spina di pesce. Al lato destro un torrione difensivo si alza fino al coronamento con il suo campanile a vela con campana.

La chiesa di San'Anna
La chiesa di San’Anna
Palazzo Begliuomini XIV secolo
Palazzo Begliuomini XIV secolo
Il pozzo del XII secolo e altri Palazzi sulla piazza del castello
Il pozzo del XII secolo e altri Palazzi sulla piazza del castello

Superata la porta il piccolo piazzale è un colpo d’occhio: a destra la cinquecentesca chiesa di Sant’Anna, il monumentale pozzo, il trecentesco palazzo Begliuomini quindi nuovi palazzi che la abbelliscono e la circondano fino all’apertura sulla valle, uno scorcio a perdita d’occhio tra il verde e il blu. Lo scorcio si apre là dove manca la porta a sud abbattuta durante l’assedio di Arrigo venuto in Italia nel 1312 per ristabilire il suo potere imperiale.

Lo scorcio sulla valle
Lo scorcio sulla valle

La storia di Tignano risale all’anno 1000. Nel XII secolo i conti Alberti per volere di Federico Barbarossa lo munirono in fortezza difensiva soprattutto nei confronti di Firenze e della sua crescente potenza conquistatrice a scapito di Siena e del suo territorio.

Se siete nei paraggi all’ora di pranzo e soprattutto in estate a “Il Canto di Baccio” potete trovare la degustazione di vini e la possibilità di mangiare prodotti di produzione biologica, in tutte le stagioni l’”Osteria il campanellino” con vista sulla valle. a Barberino Val d’Elsa entrambi.

The Castello di Tignano near Barberino Val d’Elsa

Articolo correlato: Antichi borghi (galleria foto)