di Giovanni Caselli

Introduzione: Per un’indagine antropo-storico-archeologica

Pianta topografica della Provincia del Mugello

Noi e tutto ciò che ci circonda siamo effetti di cause passate. Se l’archeologia è la scienza del passato, la storia è l’arte di narrarlo: ambedue servono ad analizzare il presente, e noi stessi. Le nozioni di reperto archeologico e di documento storico cambiano nel tempo, esse sono sempre soggettive e temporanee.

L’archeologia e la storiografia forniscono elementi oggettivi alla storia, ma non forniscono tutti gli elementi necessari a rendere la storia oggettiva.

La storia non è quindi lo specchio del passato ma il riflesso di chi scrive, della sua ideologia, della sua epoca e della moda letteraria della storiografia del momento. Perciò tutta la storia, anche quella del Mugello, va sempre riscritta.

Se per i collezionisti e gli antiquari di un tempo il termine reperto archeologico evocava un monumento, un vaso o un monile, oggi quel concetto corrisponde con tutto ciò che ci circonda, poiché tutto proviene dal passato, remoto o recente, come noi stessi, la nostra mentalità, i nostri modi fare. … continua a leggere  Il Mugello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.